L’organizzazione internazionale per i diritti umani Human Rights Watch (HRW) si opposti alla candidatura di Mike Pompeo e Gene Haspel rispettivamente per il Segretariato di Stato  e il Direttorato della CIA, perché credono che hanno sostenuto l’uso della tortura.

Ieri, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha licenziato il segretario di Stato Rex Tillerson e ha proposto come  direttore della CIA Mike Pompeo al suo posto. Per la carica del nuovo capo della CIA, il presidente ha proposto Gene Haspel, che al momento è vice direttore della CIA.

«È profondamente preoccupante che il presidente Trump abbia nominato due persone che hanno approvato la tortura degli Stati Uniti per delle cariche importanti che rappresentano la posizione degli Stati Uniti nel mondo, e il Senato deve respingere entrambi i candidati», ha detto Sarah Morgon, direttrice dell’ufficio di HRW a Washington.

Pompeo è noto come l’oppositore della chiusura della prigione di Guantanamo. Su questo argomento è diventato famoso per le sue ambigue affermazioni sui prigionieri.

Visitando la prigione nel 2013, ha detto che i prigionieri in sciopero della fame, a suo parere, sembravano ingrassati, e lo sciopero della fame in sé era semplicemente un «trucco politico». E quando nel 2014 ha pubblicato un rapporto sensazionale della commissione intelligence della Camera alta del Congresso, che si riferiva al numero di abusi nella CIA sotto il presidente George W. Bush (2001-2009), tra cui la tortura e la disinformazione delle autorità e la società, Pompeo ha difeso l’intelligence, dicendo che i membri dello staff della CIA che vi hanno partecipato «non sono torturatori, ma patrioti». Per lui la tortura rientrava negli atti della legge.

Secondo il rapporto di Amnesty International sulle violazioni dei diritti umani nel mondo-2017/18, ci sono informazioni che nel 2002 Haspel guidava un reparto della CIA in Thailandia, dove la CIA aveva una prigione segreta. In questa prigione, almeno due persone sono state rapite e torturate dai servizi speciali. In seguito, Haspel era il capo dello staff del direttore del Centro per la lotta al terrorismo — il dipartimento della CIA, che dirigeva il programma di detenzioni segrete.

Nel giugno 2017, il Centro europeo per i diritti costituzionali e umani (CEDU) ha chiesto alle autorità tedesche di emettere un mandato per l’arresto di Haspel in caso di tortura di sospetti terroristi. Secondo i resoconti dei media, la causa è stata il caso di Abu Zubaida, che è stato torturato per 83 volte in un carcere segreto della CIA in Thailandia.

Fonte

Tag correlati: ; ; ; ;