In Afghanistan, è stato adottato un nuovo codice penale. La missione delle Nazioni Unite nel paese ha accolto con favore l’entrata in vigore del nuovo documento, affermando che «questo è il passo più importante nel sistema della giustizia afghana». Il Ministero della Giustizia dell’Afghanistan ha sottolineato che il nuovo codice penale tiene conto di tutti i diritti dei cittadini, in particolare dei diritti delle donne, e per la prima volta sostituisce il vecchio codice penale sottosviluppato, in cui molti crimini e violazioni sono stati lasciati senza punizione.

Ricordiamo che l’ultimo codice penale dell’Afghanistan fu adottato nel 1976, e dopo le guerre passate e il cambio di regime non funzionava.

Nuovi articoli e punizioni

Il capo della commissione per la stesura del nuovo codice penale Muhammad Ashraf Rasuli ha detto a»Fergana», che la Commissione stava lavorando su un codice da più di quattro anni e mezzo, includendo ben noti giuristi afghani, avvocati, ex giudici e pubblici ministeri, i rappresentanti delle organizzazioni pubbliche, comprese le donne — in un totale di circa 50 persone. Ashraf Rasuli ha riferito che nel nuovo Codice Penale per la prima volta ha introdotto una pena per alcuni reati di corruzione, per incitamento guerra civile, l’odio etnico e lotte, la tortura e altri crimini contro l’umanità. «Il vecchio codice non prevedeva la punizione per questi crimini», ha affermato Rasuli.

Secondo lui, nel nuovo codice penale sono comparsi articoli per il mancato rispetto delle leggi durante l’elezione del presidente, del parlamento e dei consigli comunali. C’è ora un articolo anche per i crimini contro l’ambiente.

 

Fonte

Tag correlati: ;