Le grandi economie emergenti, tra cui Russia, India e Brasile, mostreranno una crescita nei prossimi anni dopo una recessione, secondo gli analisti Goldman Sachs. Le loro previsioni per la crescita del PIL russo sono molto più alte di quelle ufficiali

Secondo le previsioni di Goldman Sachs, il PIL della Russia nel 2018 crescerà del 3,3%, anche se il Ministero dello Sviluppo Economico russo prevede una crescita solo del 2%. Nel 2019, secondo le previsioni degli analisti di Goldman Sachs, l’economia russa crescerà del 2,9% (previsione MED — 2,2%).

Secondo i risultati del 2017, scrive Goldman Sachs, l’economia russa è cresciuta leggermente più che in accordo con le previsioni di settembre del Ministero dello Sviluppo Economico (2,2% e 2,1% rispettivamente).

Le stime di Goldman Sachs sono molto più ottimistiche rispetto ad altri analisti. In particolare, le previsioni di consenso di novembre da Bloomberg prevedevano una crescita del PIL della Russia nel 2018-2019 a solo l’1,8%. Le stime ancora più modeste sono state fornite dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico — un aumento dell’1,5% nel 2018-2019.

La Russia, così come l’India e il Brasile, passeranno alla crescita nel 2018-2019 dopo un rallentamento, secondo gli autori del rapporto analitico. Il tasso di crescita dell’economia cinese, al contrario, diminuirà — dal 6,8% nel 2017 al 6,1% nel 2019.

Allo stesso tempo, come prevede Goldman, l’economia russa nel 2018-2019 crescerà più lentamente della media mondiale (3,9-4%) e del tasso delle economie in via di sviluppo (5,6-5,7%).

Il capo del Ministero dello Sviluppo Economico, Maxim Oreshkin, ha definito troppo ottimistiche le previsioni di Goldman Sachs sulla Russia.

«Credo che non ci sia ancora motivo di tale ottimismo, ma il fatto che mostreremo una crescita più forte nel 2018 rispetto al 2017 è di sicuro», ha detto il ministro ai giornalisti al forum di Gaidar.

Fonte

 

Tag correlati: ; ;