Una nuova base militare delle forze armate afghane sarà costruita nella provincia settentrionale afgana di Badakhshan, ha detto a «Fergana» un rappresentante del ministero della Difesa di questo paese, il generale Davlat Vaziri.

Secondo lui, la base sarà creata con il sostegno finanziario della Cina. Un accordo corrispondente con la parte cinese è stato raggiunto durante la visita della delegazione afghana guidata dal ministro della Difesa Tariq Shah Bahrami in Cina. Ha discusso problemi di sicurezza con il ministro della Difesa cinese Chang Wanquan e altri ufficiali militari e le due parti hanno convenuto di cooperare nella lotta contro il terrorismo nella provincia afghana di Badakhshan, e in generale nella regione settentrionale.

Davlat Vaziri ha specificato che la parte cinese si assume anche l’equipaggiamento materiale e tecnico completo di questa base: armi, uniformi per soldati, equipaggiamento militare e tutto il resto necessario per il suo funzionamento.

«La parte cinese è preoccupato del fatto che gli uiguri cinesi, che ora sono tra i terroristi, possano recarsi nel territorio della Cina attraverso l’Afghanistan e diventare un mal di testa per le autorità cinesi»,ha dichiarato al «Fergana» a condizione di anonimato, una delle fonti del ministero della Difesa afghano in provincia di strutture Badakhshan. Secondo la fonte, gli uiguri sono presenti nella composizione dei gruppi dell’ISIS, che si trovano in regioni settentrionali dell’Afghanistan .

Il generale in pensione Atikulla Amarhel valuta l’accordo raggiunto utile sia per l’Afghanistan che per la Cina. Ha spiegato a «Fergana» che lungo il confine di 76 chilometri tra l’Afghanistan e la Cina, una grande comunità si trova sul lato cinese, in cui vivono i musulmani cinesi, che sono strettamente sorvegliati dalle autorità cinesi.

Il generale Amarhel ha osservato che sotto il regime dei talebani in Afghanistan, sono stati visti numerosi gruppi di uiguri cinesi tra i militanti stranieri che avevano ricevuto un buon addestramento militare nei campi di Al-Qaeda. «Personalmente ricordo alcuni dei loro leader. Agiscono ora, e non solo tra le fila dei talebani, si sono dissolti tra diversi gruppi di mercenari stranieri e, naturalmente, possono creare grandi problemi per le autorità cinesi «, ha affermato.

Gli analisti afghani credono che la Cina, con l’aiuto dell’esercito e di altre forze dell’ordine in Afghanistan, stia cercando di impedire la penetrazione dei militanti uiguri nel suo territorio, molti dei quali hanno finora aderito all’ISIS. I siloviki partono dal presupposto che il più grande gruppo di militanti uighuristi sia già nella provincia afghana del Badakhshan, ed è in grado di effettuare una rapida transizione verso la Cina.

Il ministero della Difesa afghano ha dichiarato che i preparativi per la costruzione di una base militare in Badakhshan da parte di specialisti militari afgani sono già iniziati. A tal fine è stata istituita una commissione speciale, che determinerà il luogo per la base, i costi di costruzione e altri problemi tecnici. Uno di questi giorni, una delegazione di esperti militari cinesi dovrebbe arrivare in Afghanistan, che sarà impegnata in questo lavoro.

Fonte

Tag correlati: ; ; ;