Sarà revocata la cittadinanza onoraria a Petro Poroshenko, il premier ucraino che aveva avuto il riconoscimento dal Comune di Verona per la conclusione della vicenda sui quadri rubati al museo di Castelvecchio. La mozione sostiene che il riconoscimento era stato assegnato in modo “frettoloso e superficiale per presunti e discutibili meriti in ordine al ritrovamento in Ucraina delle opere d’arte trafugate”.

La proposta è stata presentata ieri dai capigruppo in consiglio comunale e avrà probabilmente l’approvazione della maggioranza nelle prossime sedute poiché tutti si sono espressi a favore. Contrari i tosiani Alberto Bozza e Paolo Meloni.

Fonte

Tag correlati: ; ;