Gli Stati Uniti e la Cina stanno discutendo sulla sicurezza delle armi nucleari della Corea del Nord nel caso in cui «ci sia un’instabilità» in Corea del Nord, ha detto il segretario di Stato Rex Tillerson durante un discorso all’Atlantic Council di Washington.

«Stiamo anche parlando del fatto che se succede qualcosa — e questo può essere qualcosa di interno alla Corea del Nord, potrebbe non avere alcuna connessione con qualsiasi cosa che abbiamo avviato dall’esterno — e così, se si crea un po ‘di instabilità, per noi il più importante sarà garantire la sicurezza delle armi nucleari, che hanno già sviluppato, e garantire che nulla cada nelle mani di persone che non vogliamo colpire «, ha detto Tillerson.

Il diplomatico ha osservato che la minaccia proveniente dalle armi nucleari della Corea del Nord è troppo grande per ignorarla ulteriormente, mentre la politica statunitense sulla denuclearizzazione della Corea del Nord è condivisa da Russia e Cina.

Segretario di Stato americano Rex Tillerson.  Foto d'archivio

Trattative dirette

Il Segretario di Stato ha anche annunciato per la prima volta che gli Stati Uniti sono pronti per i colloqui diretti senza precondizioni. «Incontriamoci e parliamo del tempo, se vuoi.» Possiamo discutere se i negoziati si terranno in una piazza o tavola rotonda, se è questo che ti preoccupa «, ha detto il diplomatico.

Tillerson spera che un incontro con i rappresentanti della Corea del Nord aiuterà a iniziare a lavorare su una «road map» per risolvere il conflitto. Allo stesso tempo, il diplomatico ha ammesso di non sapere quali siano i negoziatori nordcoreani.

L’unica condizione per i colloqui, secondo lui, è l’osservanza del «regime del silenzio» senza i successivi lanci di missili balistici. «E lo capiscono», ha detto Tillerson. «Le porte sono aperte», ha sottolineato.

 

Fonte

Tag correlati: ; ; ;