«La Russia non pagherà i suoi contributi al Consiglio d’Europa, a patto che la delegazione russa non partecipi ai lavori dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa», ha detto il vice presidente della Duma di Stato Peter Tolstoy.

Ha ricordato che prima della sospensione del pagamento, la Russia ha pagato le quote associative per due anni senza partecipare ai lavori dell’Assemblea parlamentare.

«I nostri elettori sollevano giustamente la domanda sul perché stiamo spendendo soldi che possono essere spesi per altri scopi», ha dichiarato Tolstoy in onda sul canale TV di Rossiya 24 in risposta a una domanda su come continuerà a svilupparsi la situazione delle quote associative nel Consiglio d’Europa.

«E per la Russia, le decisioni che l’Assemblea parlamentare prenderà senza la partecipazione del nostro paese, non avranno un potere legittimo, il che, ovviamente, preoccupa i nostri partner europei», ha detto il parlamentare.

Fonte

 

 

Tag correlati: ; ;