«Damasco sta negoziando con l’opposizione armata sull’apertura di un ulteriore corridoio umanitario nella zona sud di de-escalation «East Guta», ha detto giovedi il capo del Centro per la riconciliazione delle parti in lotta nella PAC, il tenente generale Sergei Kuralenko.
«Al fine di ampliare l’accesso umanitario nella zona di de-escalation «East Guta», i rappresentanti del governo siriano hanno condotto negoziati con la mediazione degli ufficiali del Centro per la riconciliazione delle parti in lotta con i rappresentanti dell’opposizione armata sull’apertura di un ulteriore corridoio umanitario nella parte meridionale delle aree di de-escalation «East Guta»,ha detto.

Kuralenko ha osservato che l’apertura del corridoio consentirà la libera circolazione e la comunicazione tra i residenti che vivono negli insediamenti di Jasrein, Kafer Batna, El Mahammadiya, Ayn-Terma da parte dell aree controllate dall’opposizione armata e El-Sahia, Jarman, Zibdin, Et -Tabala da parte delle aree controllate dalle forze governative.

Ha anche detto che il Centro per la riconciliazione ha consegnato prodotti alimentari per un peso totale di 1.720 chilogrammi: riso, carne in scatola, zucchero. I medici hanno aiutato 93 residenti, tra cui 26 bambini.

Fonte

Tag correlati: ; ; ;