«In Siria le operazioni militari contro i terroristi dell’ISIS si stanno avvicinando alla fine, ora bisogna lavorare per una soluzione politica. «- ha detto il presidente russo Vladimir Putin al presidente siriano Bashar Assad nell’incontro che hanno avuto ieri a Sochi, sul Mar Nero, secondo quanto riferito in una nota dal Cremlino.

«Credo che il problema del terrorismo sia universale — ha affermato Putin — molto deve essere fatto ancora per raggiungere una vittoria completa sul terrorismo, ma, per quanto riguarda la nostra cooperazione  contro i terroristi in Siria, l’operazione militare sta realmente arrivando alla conclusione».

Questa è la seconda visita di  Assad .Era già stato in Russianel ottobre del 2015 per un colloquio a Mosca con Putin: allora i due leader avevano parlato della campagna militare russa in Siria al fianco delle forze di Damasco lanciata nel settembre di quell’anno.

«Enormi successi sono stati raggiunti sia sul campo di battaglia che a livello politico Molte aree in Siria sono state liberate dai terroristi e i civili che erano stati costretti a lasciare quelle zone sono stati in grado di tornare».

Secondo il presidente siriano, «bisogna ammettere che l’operazione è reso possibile far avanzare il processo per un accordo politico in Siria». Quindi, riferisce ancora la nota del Cremlino, Putin ha parlato del vertice che avrà domani a Sochi con i presidenti di Turchia e Iran, Recep Tayyip Erdogan e Hassan Rohani, con cui «avevamo un accordo per avere consultazioni aggiuntive con lei (Assad) durante un incontro diretto».
E oggi Putin avrà consultazioni telefoniche con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e con altri leader mediorientali proprio per riferire loro dell’incontro avuto con Assad.

Fonte

Tag correlati: ; ; ; ;