A Berlino si è aperta una «moschea liberale», il cui imam è una femminista  e attivista dei diritti umani tedesca di origine turca, Seyran Ates .
In questa strana moschea uomini e donne possono pregare insieme e non viene richiesto alle donne di indossare l’hijab.

First ever ‘gay-friendly’ Mosque opens in Germany

First ever ‘gay-friendly’ Mosque opens in Germany 🌈 🕌

Опубликовано In the NOW 23 июня 2017 г.

L’organizzazione religiosa turca Diyanet ha già criticato l’apertura di questo luogo di culto, affermando che nella sua creazione è  coinvolto l’oppositore e predicatore turco Fethullah Gulen, il quale Ankara accusa di aver organizzato il tentativo di colpo di stato in Turchia nel mese di luglio 2016.

Tuttavia, la stessa Seyran Ates sostiene che Gulen non ha alcuna relazione con questa moschea.

«Vogliamo mandare al mondo un appello contro il terrorismo e dell’errata interpretazione della nostra religione», afferma la «imam».

La moschea è aperta per gli sciiti e i sunniti, alla messa sono ammesse donne e i rappresentanti della comunità LGBT, che possono «praticare liberamente all’interno delle sue mura la loro fede».

I membri dell’organizzazione religiosa turca sottolineano che questa moschea «mina e distrugge la vera religione, qual è l’islam».

Essi credono che il terrorismo e l’estremismo è impossibile superare con tali azioni, poiché una «moschea liberale»  ignora le regole di base della religione e , secondo il loro parere, anche questo è estremismo.

Tag correlati: ; ; ;