Quattro paesi arabi chiedono al Qatar di rompere le relazioni diplomatiche con l’Iran, di chiudere la base militare turca, di chiudere  il canale TV satellitare «Al Jazeera» e di  rescindere tutti i legami con i Fratelli musulmani — riferiscono i giornalisti di  Associated Press .

Il ministero degli esteri del Qatar considera il blocco del paese come un atto di aggressione.
In precedenza è stato riferito che l’Arabia Saudita, Egitto, Emirati Arabi e Bahrain, attraverso la mediazione del Kuwait che svolge un  ruolo da mediatore nella crisi del Golfo Persico, hanno consegnato alle autorità del Qatar un elenco di richieste per l’emirato.

Arabia Saudita, Egitto, Emirati Arabi e Bahrain hanno rotto i  rapporti diplomatici con il Qatar questo mese, accusandolo di prestare fondi ai paesi che sostengono il terrorismo. Un’accusa che il presidente Donald Trump ha dato eco. I paesi arabi  hanno dato al Qatar 10 giorni di tempo per rispettare tutte le richieste, che includono  anche una somma non precisata a titolo di risarcimento.

Gli autori della lista insistono anche che il Qatar deve smettere di naturalizzare i  loro cittadini e deve far  espatriare  le persone già presenti nell’emirato. Da Doha chiedono, anche, il rilascio di tutte le persone ricercate nei quattro paesi con l’accusa di terrorismo e di fornire un rapporto dettagliato sul finanziamento degli esponenti dell’opposizione.

Il Qatar nega con veemenza il finanziamento o il sostegno dell’estremismo. Ma il paese riconosce che permette ai membri di alcuni gruppi estremisti come Hamas di risiedere in Qatar, sostenendo che questo favorisce  il dialogo con questi gruppi  essendo la chiave per risolvere i conflitti globali.